R.osa – 17 gennaio – Cles

Il 17 luglio gennaio 2020, al Teatro di Cles (Trento)  va in scena R. osa, un lavoro  che coinvolge la relazione tra la coreografa Silvia Gribaudi, la performer Claudia Marsicano e il filone poetico che interessa ad entrambe: il corpo libero dagli stereotipi.

R. OSA è l’invito a osare e a superare i pregiudizi, a riflettere sul proprio approccio nel guardare l’altro, nel giudicare, e nello scoprire.

Danzare, piacersi e liberarsi dalla pesantezza culturale che imprigiona le forme in modello stereotipati., per osare guardare il reale, cioè l’artista che si esprime in tutto il suo talento con piacere e libertà.

In R.osa  “Claudia Marsicano afferra tutta la leggerezza, la libertà e la dirompente voglia di scommettere sulla propria, ingombrante fisicità con una performance di vertiginosa bravura” così Gabriele Rizza sul Manifesto. 

Uno spettacolo “formoso”, one woman show, dissacrante ostentazione di corporature virulente, opulenza muscolare, figure alla Botero dipinte dalle armoniose pennellate della coreografa Silvia Gribaudi, autrice di “R.OSA”. Lo scenario è quello dei magnifici Anni Ottanta, il linguaggio è l’eloquenza ginnica dell’unica donna sul palco, l’attrice Claudia Marsicano, performer curvy di dieci
diversi virtuosismi che consentono al pubblico di valicare il muro dei pregiudizi e aggirare la legge di gravità.

Interpretato da Claudia Marsicano, Migliore Attrice Under 35 al 40° Premio Ubu, R. OSA è una performance dissacrante e irriverente, che fa pensare ad un nuovo modo di vedere il corpo della donna, e al  suo ruolo nell’immaginario collettivo veicolato dai media, il tutto in uno spettacolo assolutamente informale che mira anche a coinvolgere il pubblico, di qualsiasi nazionalità, cultura, età e sesso, per una serata di puro divertimento e grande poesia.

R.osa – 10 esercizi per nuovi virtuosismi

17 gennaio 2020

Ore 21:00

  Cinema – Teatro di Cles – Via G. Marconi, 26, 38023 Cles TN

Biglietti e Informazioni

 

Tropicana – 8 gennaio – Lerici

Tropicana è il succo di frutta numero uno al mondo, leader di mercato negli Stati Uniti, in Francia e in Gran Bretagna. È il 1947 quando Antonio Rossi, un emigrante siciliano, crea in Florida un impianto di pastorizzazione e imbottigliamento di spremuta d’arancia.

tropicana

Ma Tropicana è anche un brano del Gruppo Italiano, che dopo aver dominato le classifiche dell’estate 1983,  è diventato un brano simbolo dell’estate, diventando un inno alla leggerezza estiva, ballo di gruppo e colonna sonora di ogni villaggio turistico.

Ma di che cosa parla veramente questa canzone?

Sul palco l’identità della compagnia si sovrappone a quella del Gruppo Italiano, in un cortocircuito tra identità reali e immaginarie, in cui ogni attore sembra fare outing delle proprie debolezze, vigliaccherie e speranze.

Lo spettacolo, tra ironia e non-sense, cela il malessere di una generazione senza ideali, una generazione che “esplode” tra balli superficiali, bevendo una bibita dolce.

Teatro Astoria

Via Via Nino Gerini, 40, 19032 Lerici SP

ore 21:00

  0187.95.22.53

 

R.osa – 5 dicembre – Pinerolo

teatro incontro pinerolo

Interpretato da Claudia Marsicano, Migliore Attrice Under 35 al 40° Premio Ubu, R. OSA è una performance dissacrante e irriverente, che fa pensare ad un nuovo modo di vedere il corpo della donna, e al  suo ruolo nell’immaginario collettivo veicolato dai media, il tutto in uno spettacolo assolutamente informale che mira anche a coinvolgere il pubblico, di qualsiasi nazionalità, cultura, età e sesso, per una serata di puro divertimento e grande poesia.

Foto di Lucia Baldini di Claudia Marsicano in R.osa

R.osa – 10 esercizi per nuovi virtuosismi

5 dicembre  2019

Ore 21:00

Teatro Incontro Via Caprilli 31 Pinerolo, 10064

Informazioni

 

Tropicana – 23/11 – 1/12 – Teatro Franco Parenti – Milano

Tropicana è il succo di frutta numero uno al mondo, leader di mercato negli Stati Uniti, in Francia e in Gran Bretagna.

È il 1947 quando Antonio Rossi, un emigrante siciliano, crea in Florida un impianto di pastorizzazione e imbottigliamento di spremuta d’arancia.

Ma Tropicana è anche un brano del Gruppo Italiano, che dopo aver dominato le classifiche dell’estate 1983,  è diventato un brano simbolo dell’estate, diventando un inno alla leggerezza estiva, ballo di gruppo e colonna sonora di ogni villaggio turistico.

Ma di che cosa parla veramente questa canzone?

Sul palco l’identità della compagnia si sovrappone a quella del Gruppo Italiano, in un cortocircuito tra identità reali e immaginarie, in cui ogni attore sembra fare outing delle proprie debolezze, vigliaccherie e speranze.

Lo spettacolo, tra ironia e non-sense, cela il malessere di una generazione senza ideali, una generazione che “esplode” tra balli superficiali, bevendo una bibita dolce.

23 novembre 2019  Ore 20:00
24 novembre 2019  Ore 16:45
26 novembre 2019  Ore 19:30
27 novembre 2019  Ore 20:15
28 novembre 2019  Ore 20:30
29 novembre 2019  Ore 21:00
30 novembre 2019  Ore 20:00
01 dicembre 2019  Ore 16:45

Via Pier Lombardo, 14  – 20135 Milano

02.59.99.52.06

biglietteria@teatrofrancoparenti.it
info@teatrofrancoparenti.it

Biglietti e informazioni qui

Socialmente – 19 – 22 novembre 2019 – Teatro Franco Parenti – Milano

Claudia Marsicano e Francesco Alberici in Socialmente

Qual è la nostra identità: reale o virtuale…

Al Franco Parenti di Milano, Francesco Alberici e Claudia Marsicano presentano «SocialMente», lavoro che affronta in maniera divertente il tema dell’identità virtuale con cui viviamo sui social.

Socialmente una piece teatrale sull’allucinazione continua in cui viviamo scandita dall’irreale e dal virtuale dei mezzi digitali e della televisione.

Il principio di realtà subordinato ad una virtualità, che lo influenza e definisce perché l’identità di ciascuno è complementare all’identità virtuale.

Socialmente è uno spettacolo che ha ricevuto grandi apprezzamenti dalla critica, riconoscimenti e premi:

Socialmente

ideazione e regia di Francesco Alberici e Claudia Marsicano
drammaturgia di Francesco Alberici
assistente alla regia Daniele Turconi

19 novembre 2019  Ore 19:30
20 novembre 2019  Ore 20:15
21 novembre 2019  Ore 20:30
22 novembre 2019  Ore 21:30

Via Pier Lombardo, 14  – 20135 Milano

02.59.99.52.06

biglietteria@teatrofrancoparenti.it
info@teatrofrancoparenti.it

Biglietti e informazioni qui

 

 

In Filippo Grandulli per la premiere del film “Mi chiedo quando ti mancherò”

claudia Masicano abito dello stilista Filippo Grandulli al red carpr di Alice nella città - roma - 2019

Ho avuto l’onore di incontrare Filippo Grandulli sul set del film di Francesco Fei Mi chiedo quando ti mancherò, e il colpo di fulmine è stato immediato, napoletani nel cuore, vestiti colorati mai, e una passione smodata per tutto ciò che è trash! 🌈

Non so come avrei fatto senza di lui sul set, in realtà non so come avrebbe fatto tutto il set senza lui!

Ci salutammo con una promessa in canna:

Al primo red carpet, il vestito te lo faccio io!

Un anno dopo, sul red carpet di AliceNellaCittà, insieme ad una vagonata di emozione ed orgoglio, indosso il mio esclusivo FilippoGrandulli, e non sono mai stata così bella!❤️

Promessa mantenuta ciu ciu!

Non ti ringrazierò mai abbastanza per tutto quello che hai fatto 😍😍😍
Il mio cuore è tuo e di quell’altra meraviglia di Daniele Coppi!!!

Grazie 🙏🏻 ❤️⭐️😘🐷

Mi chiedo quando ti mancherò – 22/10/2019 – premiere ad Alice va in città – Festa del Cinema di Roma

claudia marsicano mi chiedo quando ti mancherò

Oggi, alle 18:30, premiere del film di Francesco Fei “Mi chiedo quando ti mancherò“, con Claudia Marsicano, Beatrice Grannò, Dragan Misviski, Marusa Maier, Federica Fracassi, Riccardo Alemanni.

Il film è tratto dal romanzo “I Wonder When You’ll Miss Me” di Amanda Davis, un libro cult della scrittrice americana (precocemente scomparsa in un incidente aereo).

Il film di Francesco Fei è una commedia drammatica che parla di una ragazza diciassettenne, Amanda, che subisce il bullismo dei compagni di scuola e che ha problemi di rapporto con il proprio corpo.

Una sofferenza che cerca di superare tramite un’amica immaginaria, curvy,  esuberante, politicamente scorretta, che è la sua guida nell’arte di crescere.

E come dice Francesco Fei, l’amica immaginaria, interpretata da Claudia Marsicano è la chiave narrativa del film, il realismo magico, perché lei è l’amico immaginario non cupo, ma magico e surreale. “Il film l’ho fatto soprattutto per il suo personaggio, perché mi permetteva di raccontare vari temi – il rapporto col corpo, l’emarginazione, il bullismo- in questo modo leggero.”

Il film arriverà nei cinema a febbraio, distribuito da Istituto Luce Cinecittà,

Le musiche del film sono della cantante indie rock americana EMA.